Salta al contenuto

Sal Nostrum: dalle saline ai magazzini del sale

La mostra è nata nell'ambito del progetto YouInHerit, il cui obiettivo era coinvolgere i giovani a valutare, popolarizzare e rivitalizzare il patrimonio culturale e i vecchi mestieri. La mostra è stata preparata da quattordici giovani di diversi campi guidati dal dr. Flavio Bonin.

La mostra è allestita in due parti: la prima parte si trova sulla facciata dell'ex magazzino Monfort e consta di due pannelli più grandi con descrizioni e materiale fotografico interessante sulle saline e il trasporto del sale ai magazzini; la seconda parte si trova all'interno del magazzino di sale Monfort e consta di pannelli, documenti, fotografie e ricchi contenuti video. La mostra presenta numerose testimonianze dei vecchi salinatori e delle persone che hanno lavorato nei magazzini di sale, rappresentazioni 3D, un cortometraggio animato sullo sviluppo del magazzino del sale e altri contenuti multimediali.


La mostra presenta l'immagazzinamento e il trasporto del sale dalle saline come parte del processo finale di produzione del sale e comprende tutta una serie di attività che iniziano con il trasporto del sale dalle saline o dai depositi delle case dei salinai e continua con il trasporto del sale nei magazzini locali o centrali e si conclude con la vendita sul mercato. Per lo stoccaggio si usavano vari spazi sia nelle saline e sia nei magazzini locali e centrali e, se necessario, anche magazzini privati e piani terra delle case di città. Ancora oggi, una parte del magazzino Grando (Fisine) è dedicata all'immagazzinamento del sale confezionato mentre il magazzino Monfort è principalmente destinato ad attività culturali.