IL MUSEO DELLE SALINE

 

Il Museo delle Saline si trova nelle saline di Sicciole, nell'area abbandonata di Fontanigge, lungo il canal Giassi e comprende quattro case di salinatori restaurate, una delle quali era destinata allo stoccaggio del sale mentre nelle altre tre, al primo piano, c'erano le aree abitative delle famiglie di salinatori. Oggi presentano contenuti museali che, per mezzo di oggetti, fonti scritte e visive, illustrano la storia delle saline e la vita e il lavoro nelle saline. Di fronte alle case si può visitare anche un fondo salifero restaurato.

L'idea di istituire un Museo delle Saline risale ai primi anni sessanta del XX secolo, poco prima della chiusura delle saline di Fontanigge (Saline di Sicciole) e Fasana (S. Lucia). Il primo direttore del Museo del mare di Pirano, Miroslav Pahor pensò di aprire il museo a Strugnano, dopo la sua morte la sua idea fu ripresa dall'etnologa Zora Žagar e dai colleghi dell'Ente per la tutela dei beni culturali e naturali di Pirano. L'ubicazione del Museo delle Saline nella parte sud-occidentale di Fontanigge, nella zona di Canal Gisassi, fu scelta per il patrimonio edilizio ivi conservatosi e per la posizione facilmente accessibile per terra e per mare e perché non interferiva con l'ambiente.

 

 

LOCALITÀ