Salta al contenuto

YouInHerit

Coinvolgere i giovani a valutare in maniera innovativa e a rivitalizzare l'artigianato tradizionale inteso come patrimonio culturale per aumentare l'attrattività delle aree urbane in un'era dinamica.


Durata del progetto: 1. 6. 2016 – 31. 5. 2019

Il progetto dal programma Interreg Europa Centrale si propone di coinvolgere i giovani a valutare, popolarizzare e rivitalizzazione il patrimonio culturale dei vecchi mestieri, con l'obiettivo di aumentare le opportunità di lavoro dei giovani attraverso lo sviluppo del turismo culturale. Il progetto ha coinvolto diverse regioni di Slovenia, Italia, Ungheria, Polonia e Croazia, che possiedono un ricco patrimonio culturale di antichi mestieri ancora vivi che bisogna preservare e che rappresentano un grande potenziale economico. Una delle sfide comuni dei paesi partecipanti è migliorare lo scarso coinvolgimento dei giovani nell'artigianato tradizionale e nella gestione e utilizzo del patrimonio culturale e, di conseguenza, cercare di migliorare il tutto in maniera sostenibile. Le principali attività del progetto concluso sono state la preparazione di uno studio per la valutazione del patrimonio culturale nelle regioni coinvolte, la formazione dei partner e delle parti interessate per la valutazione del patrimonio culturale, un maggiore coinvolgimento dei giovani e l'attuazione di progetti pilota nelle singole aree. I partner progettuali hanno inoltre sperimentato gli strumenti sviluppati durante il progetto e che in seguito sono stati sviluppati ulteriormente: il miglioramento delle competenze dei gestori locali e di altre parti interessate, la valutazione del patrimonio culturale e il coinvolgimento dei giovani per acquisire nuove conoscenze e abilità onde preservare e portare avanti i vecchi mestieri.

 


Link al sito web del progetto: YouInHerit

 


Che cosa abbiamo fatto?


Nell'ambito delle attività progettuali nel Museo del Mare abbiamo allestito una nuova collezione permanente denominata Sal Nostrum: dalle saline ai magazzini del sale. La mostra è stata preparata assieme a quattordici giovani di diversi campi: storia, etnologia, design, arte, montaggio, architettura, geografia, ecc. Sotto la guida del dr. Flavio Bonin, i giovani hanno progettato una mostra multimediale innovativa sull'immagazzinamento del sale e il trasporto del sale dalle saline. Sono in visione diversi brevi documentari che mostrano come si svolgeva il trasporto e lo stoccaggio del sale, filmati 3D sullo sviluppo del magazzino e un cortometraggio animato realizzato dagli alunni delle scuole elementari. La mostra è stata allestita nel nuovo Centro Informazioni nel vecchio deposito di sale Monfort, davanti al quale sono stati collocati anche dei pannelli informativi dove i passanti possono trovare informazioni sui magazzini di sale. Sono stati inoltre svolti numerosi seminari sul sale e la sua produzione. In collaborazione con la scuola media alberghiera di Isola, abbiamo realizzato diverse rappresentazioni sulle tecniche tradizionali di salatura delle acciughe, con la scuola elementare italiana abbiamo prodotto gli attrezzi dei salinari e con altre scuole svolto diversi laboratori nei quali abbiamo imparato a costruire la rosa dei venti dei salinari.