Salta al contenuto

Mostra “Dall’ISTRA BENZ all’ISTRABENZ: 1948-1996”

Nell’unità dislocata presso l’ex magazzino del sale Monfort il Pomorski muzej – Museo del mare »Sergej Mašera« Piran – Pirano  ospita  la mostra

 “dall’ISTRA BENZ all’ISTRABENZ: 1948-1996”

 

La mostra sarà visitabile dal 30 aprile al 13 giugno 2022

 

Del progetto è portatore l’Archivio regionale di Capodistria, curatrice della mostra e redattrice dell’omonima pubblicazione è la dr. Jedert Vodopivec Tomažič, insieme a collaboratori e testimoni.

 

L’Istrabenz rientrava del novero delle più importanti imprese del Litorale e in seguito anche dell’intera Slovenia e per questo motivo abbiamo ritenuto che l’azienda e i suoi ex dipendenti, che avevano contribuito a farla nascere e crescere, meritassero di essere presentati con una mostra e una pubblicazione.  


Dopo la presentazione nella Loggia Vecchia e nell’Archivio regionale di Capodistria e poi nella Biblioteca civica di Isola, in considerazione del fatto che l’impresa ha operato anche sul territorio del Comune piranese, abbiamo deciso di allestire la mostra anche nel Museo del Mare “Sergej Mašera di Pirano”.  


Con il progetto “dall’ISTRA BENZ all’ISTRABENZ: 1948-1996” si illustra la sua attività e la gestione all’epoca in cui era di proprietà sociale, ovvero dalla costituzione dell’azienda nel 1948 e sino al termine del processo di privatizzazione nel 1996 poiché il materiale   inerente il periodo successivo all’iscrizione nel registro del tribunale come proprietà privata non è più di pertinenza degli archivi pubblici.  


Tenuto conto del fatto che l’archivio dell’impresa non si è conservato integralmente e non è stato acquisito dall’Archivio, nella mostra e nella pubblicazione sono inclusi unicamente la documentazione scritta, fotografica, audiovisiva e gli altri materiali archivistici che si sono conservati e ai quali abbiamo avuto accesso e riguardano l’inquadramento storico e le testimonianze degli ex dipendenti dell’Istrabenz nel periodo considerato.   


La mostra, concepita secondo un ordine cronologico, presenta la nascita e lo sviluppo dell’azienda, i suoi dipendenti e una breve cronologia dell’Istrabenz sulla scorta del materiale fotografico raccolto. La mostra ospitata nell’ex magazzino del sale Monfort è stata integrata con la documentazione relativa ad Angel Gruden, primo direttore dell’Istrabenz (1948-1951), materiale che è stato acquisito dopo la presentazione nell’Archivio regionale di Capodistria e che in questa occasione è proposto al pubblico per la prima volta.  

La pubblicazione, che conta 232 pagine, si articola diversamente dalla mostra. Nella parte introduttiva la mag. Nada Čibej, direttrice dell’Archivio regionale di Capodistria (PAK), presenta il quadro normativo riguardante la gestione del materiale d’archivio dei soggetti economici e la questione inerente la penuria di personale e di spazi degli archivi e in particolare di quello capodistriano, chiarendo pure i motivi per cui non vi è conservato l’archivio dell’Istrabenz. Dal canto suo la dr. Jedert Vodopivec Tomažič, curatrice della pubblicazione, illustra i retroscena che hanno portato alla nascita di questo progetto e tutto il lavoro richiesto dalla ricerca delle fonti d’archivio.    

Nella seconda parte, sulla scorta di lunghi anni di ricerche archivistiche, tre affermati storici sloveni, ovvero la dr. Deborah Rogoznica, la dr. Nadja Trčon e il dr. Aleksander Lorenčič, che dedicano la loro opera di studiosi a tematiche economiche, delineano lo sviluppo in questo settore dell’area del Litorale, che al termine della Seconda guerra mondiale si trovò pesantemente condizionata dalla nuova linea di demarcazione tra Jugoslavia e Italia. 
  
Nel terzo capitolo Ivan Simčič, curatore-storico presso il Museo regionale di Capodistria ha messo a punto e curato le testimonianze di alcuni ex dipendenti dell’Istrabenz e dei loro familiari.  

Nell’ultima parte, quella documentaria, con i dati che avevamo a disposizione abbiamo preparato una presentazione di tutti e quattro i direttori: Angel Gruden (1948 –1951), Anton Vodopivec (1951–1974), Jordan Klabjan (1984–1988) e Janko Kosmina (1974–1984, 1988–1996), seguita da una rassegna dei contributi televisivi in cui è citata l’Istrabenz, a partire dagli inizi di TV Slovenia nel 1958 e sino al 1996. La pubblicazione si chiude con un esaustivo inquadramento cronologico dello sviluppo dell’Istrabenz dalla sua costituzione fino al termine del processo di privatizzazione nel 1996. 

 

La pubblicazione può essere acquistata nello spazio espositivo del Monfort e presso l’Archivio regionale di Capodistria.