Salta al contenuto

A Trieste in barca

La marineria in Pirano, Isola, Capodistria ed il ruolo ecconomico dell'Istria nord-occidentale rispetto a Trieste (1850¬1918)

 

Nadja Terčon

 

L'opera  "A Trieste in barca. La marineria in Pirano, Isola, Capodistria ed il ruolo ecconomico dell'Istria nord-occidentale rispetto a Trieste (1850¬1918)" offre nuove conoscenze scientifiche nel campo della storia della marineria e di quella dell'Istria nord-occidentale nella seconda metà dell'Ottocento. Dopo aver esaminato per anni le fonti d'archivio e studiato la relativa letteratura, l'autrice Nadja Terčon ha illustrato il ruolo della città costiere dell'Istria nord-occidentale (Capodistria, Isola e Pirano) in confronto a Trieste, principale  porto austriaco. Con un'ampia selezione della letteratura, ha raccolto per la prima volta in un corpo unico una specie di bibliografia delle opere che hanno argomento l'economia istriana del XIX secolo e che, a differenza di molte altre già pubblicate, escluse ovviamente rare eccezioni, prende in considerazzione non soltanto opere storiografiche, ma anche di etnologia e archeologia, considerate discipline museali.


L'opera è divisa in tre capitoli, il terzo, il piùoriginale dal punto di vista storico, tratta le attività marittime ed il traffico portuale a Pirano, Isola e Capodistria. Nel primo, l'autrice illustra l'ordinamento amministrativo dell'Istria e del Litorale austriaco, mentre nel secondo descrive l'economia istriana come una componente di quella asburgica, confermando in modo netto, con l'ausilio di fonti archivistiche, le tesi contenute nella letteratura.

 

Editore:Università di Primorska, Centro di ricerche scientifiche, Società storica del Litorale Capodistria; Museo del mare "Sergej Mašera" Pirano, Capodistria, 2004, (Biblioteca Annales Majora. Il libro è scritto in lingua slovena. Riassunti sono in lingua italiana e inglese)