Salta al contenuto

Il vivace laboratorio nel Museo delle saline!

Il progetto Cucina delle saline è realizzato per il terzo anno consecutivo in collaborazione tra il Museo del mare "Sergej Mašera" di Pirano, la Comunità degli Italiani "Giuseppe Tartini" di Pirano, l'Istituto per la tutela dei beni culturali della Slovenia, La Comunità autogestita della nazionalità italiana di Pirano, il Parco naturale delle Saline di Sicciole e la parrocchia di Sicciole. Quest'anno abbiamo voluto ampliare il progetto e presentarlo anche agli studenti delle scuole primarie locali. Martedì 7 giugno ci hanno visitato gli alunni del Centro per la comunicazione, l'udito e la pronuncia di Portorose.


Nel Museo delle Saline hanno appreso la storia, il significato, il lavoro e la vita nelle saline. Sono seguiti due laboratori particolarmente interessanti; gli alunni hanno imparato alcune curiosità sulle piante selvatiche ed erbe aromatiche che si usano in cucina, ed hanno preparato la propria miscela di sale aromatico. Nell'altro laboratorio, dedicato alla cottura del pane, hanno preparato la pasta lievitata e l'hanno segnalata con dei timbri per il pane, come facevano una volta nelle saline. Siccome diverse famiglie adoperavano lo stesso forno per il pane, per non confonderlo tra loro, era contrassegnato con sigilli, con iniziali di famiglia incise o forgiate.  Gli alunni hanno cotto il proprio pane nel forno della casa delle saline del museo.


Con la presentazione dei piatti tipici vogliamo contribuire alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio immateriale delle saline, che è ancora vivo ma in via di estinzione. Quest'anno, quando le Giornate europee del patrimonio sono dedicate alla sostenibilità, vogliamo evidenziare anche quei segmenti del patrimonio culturale che, per le loro caratteristiche, contribuiscono a un futuro sostenibile. E proprio il mestiere dei salinai rappresenta certamente un rapporto interdipendente e rispettoso tra l'uomo e la natura. Il trasferimento di tali valori e conoscenze alle giovani generazioni è fondamentale per lo sviluppo e la conservazione del patrimonio.