COME-IN!

Cooperazione per una piena accessibilità ai musei – verso una maggiore inclusione


Durata del progetto: 1. luglio 2016 – 30. settembre 2019

Al progetto “COME-IN!”, che si svolge nell'ambito del programma Interreg EUROPA CENTRALE, collaborano quattordici organizzazioni (musei di piccole e medie dimensioni, associazioni di persone con disabilità, rappresentanti della sfera accademica, istituzioni educative e responsabili politici) di sei paesi (Slovenia, Italia, Germania, Polonia, Croazia, Austria), il progetto è inoltre supportato da numerosi partner associati. L'obiettivo comune del progetto è incrementare la capacità dei musei e dei gestori dei beni culturali di rendere il patrimonio culturale accessibile alle persone con disabilità e ai gruppi vulnerabili nelle regioni dei partner partecipanti. La valorizzazione del patrimonio culturale dell'Europa centrale infatti porterà alla preparazione di un piano strategico per aumentare l'accessibilità ai musei per le persone con disabilità e migliorare attrazione dei musei in generale. Le principali attività e i risultati del progetto saranno: un manuale con linee guida per l'organizzazione di mostre più accessibili alle persone con disabilità, un manuale di formazione per gestori di musei e monumenti culturali, l'implementazione di attività pilota e l'assegnazione del marchio del progetto "COME-IN!" ai musei che sono amichevoli e aperti con le persone con disabilità.

 


Link al sito web del progetto: COME-IN

 


Che cosa abbiamo fatto?


Nell'ambito delle attività del progetto il Museo del Mare ha aggiornato le proprie raccolte rendendole più accessibili al pubblico. Sono state realizzate diverse copie 3D di oggetti museali selezionati che i visitatori ora possono toccare; le didascalie sono disponibili sia in lingua Braille che nella lingua dei segni; sono state ottimizzate le tabelle di orientamento ecc. Le collezioni che finora non erano accessibili a tutti, come il Museo delle Saline e la collezione etnologica La Casa di Tona, possono ora essere visitate anche tramite un tour virtuale. Molto più accessibile ed aggiornato è anche il nostro nuovo sito Web. Nell'ambito del progetto è stata allestita anche la mostra Pietra su pietra: l'architettura romana dell'Istria nord-occidentale, che è stata adattata per i non vedenti e ipovedenti e per le persone con altre disabilità.